©2010 Comune di Maser (TV) - Tutti i diritti riservati
Piazzale Municipio,1 - 31010 Maser (TV)
Telefono 0423 923155 - Fax 0423 546155

sei in:  Storia, Turismo e Cultura  -  Di villa in villa  -  Oratorio di San Vigilio

Oratorio di San Vigilio

Oratorio di San Vigilio
Vi si arriva da via Caldretta davanti il monumento ai Caduti di Maser, svoltando quindi a destra in via sant’Antonio, e poi proseguendo a piedi, tra vigneti e campi coltivati, per una strada da cui si possono abbracciare, con lo sguardo, tutte le colline che contornano Maser, spaziando con lo sguardo dalla rocca di asolo a quella di Cornuda. Due alti cipressi, a guardia dell’entrata (piantati nel 1954), lo rendono riconoscibile da lontano. La storia di questo oratorio, immerso nella quiete della campagna circostante, risale agli anni intorno al Mille, quando il territorio di Coste fu ceduto dall’Imperatore Ottone III al Vescovo di Treviso, Rozo. Con la costruzione dell’oratorio si volle probabilmente rendere omaggio al Santo venerato in particolar modo nel mondo cattolico sassone, cui appunto apparteneva Ottone III.

Questo oratorio è sempre stato molto amato dalla popolazione di Coste, e fin dal secolo XIII si volle abbinare a quella di san Vigilio (S. Vilj) la devozione a santo Stefano e a sant’Antonio di Padova.