©2010 Comune di Maser (TV) - Tutti i diritti riservati
Piazzale Municipio,1 - 31010 Maser (TV)
Telefono 0423 923155 - Fax 0423 546155

sei in:  Il Comune  -  Uffici  -  Polizia Locale

Ufficio Polizia Locale

Sede Municipale - Piazzale Municipio, 1 - piano terra (accesso dal cortile interno) - 31010 MASER
Area di appartenenza: Area Servizi alla Persona ed Attività Economiche

Competenze:

Vigilare sull'osservanza delle Leggi, dei Regolamenti, e delle altre disposizioni emanate dalla Regione e dall'Ente Locale, con particolare riguardo alle norme di Polizia Urbana, circolazione stradale, edilizia, urbanistica, commercio, pubblici esercizi, vigilanza igienico - sanitaria e tutela ambientale; Svolge compiti di Polizia Giudiziaria e funzioni ausiliarie di Pubblica Sicurezza, nell'ambito delle proprie attribuzioni, nei limiti e nelle forme di legge; Presta opera di soccorso nelle pubbliche calamità d'intesa con le Autorità competenti, nonché per i casi di privati infortuni; Assolve compiti di informazione, di raccolta di notizie, accertamenti e rilevazioni richiesti dalle competenti Autorità; Presta servizio d'ordine, di vigilanza e di scorta per l'espletamento di attività e compiti istituzionali dell'Ente di appartenenza; Collabora con le altre forze di Polizia dello Stato e della Protezione Civile.




Responsabile amministrativo:
Dott. Gianluca Mastrangelo

Servizio Associato di Polizia Locale
dell'Asolano e della Pedemontana
c/o Comune di Asolo:
Comandante: Dott. Sandro Bonato - tel. 0423.950044 


Addetti:

  •  Istr. Paola  Franchetto
  •  Vice Istr. D.ssa Wanda Reginato 

Orario di apertura al pubblico:
 
  • Mercoledì dalle 12.00 alle 13.30
  • Venerdì dalle 12.00 alle 13.30
  • Al di fuori degli orari sopra indicati, previo appuntamento telefonico.
 
Contatti:
 
  • tel. 0423.565144 - 333.7232124 fax 0423.546155
  • e-mail vigili@comune.maser.tv.it
  • SERVIZIO ASSOCIATO DI POLIZIA LOCALE DELL'ASOLANO E DELLA PEDEMONTANA: tel. 0423.950044
 
CESSIONE DI FABBRICATO
Art. 12 del D.L. 21.3.1978. n. 59 convertito in legge 18.5.1978 n. 191:
Chiunque cede (a) la proprietà o il godimento o a qualunque altro titolo consente, per un periodo  superiore a 1 mese, l’uso esclusivo di un fabbricato o parte di esso, ha l’obbligo di comunicare  all’Autorità di Pubblica Sicurezza, entro 48 ore dalla consegna (b) dell’immobile (c), la sua esatta  ubicazione nonché le generalità dell’acquirente, del conduttore o della persona che assume la  disponibilità del bene, e gli estremi del documento di identità o di riconoscimento che il cedente  deve richiedere al cessionario (d).
a. La comunicazione deve essere effettuata da chiunque (persona fisica o giuridica, pubblica o privata)  ceda ad altri, a qualunque titolo e per un periodo superiore ad 1 mese, l’uso esclusivo di  un fabbricato o parte di esso, all’Autorità locale di Pubblica Sicurezza (Commissariato di P.S. o,
ove questo manchi, al Sindaco). L’obbligo spetta a chi, avendo la disponibilità dei locali in nome  proprio o altrui (proprietario, usufruttuario, locatario in caso di sublocazione, rappresentante  legale), li cede ad altri. La legge stabilisce, inoltre, che l’identità del cessionario deve essere  obbligatoriamente accertata dal cedente (al fine di compilare con i relativi dati anagrafici il  modulo), mediante l’esame di un documento di identità. Non sono ammesse altre modalità,  neppure l’eventuale conoscenza personale.
b. Le comunicazioni debbono avvenire entro 48 ore dalla consegna dei locali. Per la decorrenza  dei termini si deve cioè tener conto del momento della disponibilità di fatto dell’immobile, e non  del momento dell’accordo o della firma del contratto. Inoltre, poiché la comunicazione deve  avvenire entro 48 ore dalla consegna, è ovvio che, in caso di rinnovo o proroga della disponibilità  al medesimo soggetto, essa non deve essere ripetuta.
c. Deve essere denunciata la cessione dei fabbricati di qualsiasi tipo e condizione e a qualunque  uso adibiti: fabbricati civili, commerciali, industriali, urbani, rustici, integri, semidiroccati, in  costruzione.
d. La comunicazione deve avvenire mediante consegna, presso i Commissariati di Pubblica  Sicurezza nella cui circoscrizione risulta l’immobile, dell’apposito modulo.  La comunicazione può essere effettuata anche per posta, tramite raccomandata con ricevuta di  ritorno .

NOVITA' IN MERITO ALLA COMUNICAZIONE DI CESSIONE DI FABBRICATI
Il decreto legge 13 maggio 2011, n. 70 (c.d. “Decreto sviluppo”), all’art. 5, comma 4 - al fine di semplificare le procedure di trasferimento dei beni immobili - prevede che:
la registrazione dei contratti di compravendita aventi ad oggetto immobili, o comunque diritti immobiliari, assorbe l’obbligo (previsto dall’articolo 12 del decreto legge 21 marzo 1978, n. 59, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 maggio 1978, n. 191) per chiunque cede la proprietà o il godimento, o a qualunque altro titolo consente per un tempo superiore ad un mese l’uso esclusivo di un fabbricato o di parte di esso, di comunicazione all’Autorità locale di Pubblica Sicurezza, entro quarantotto ore dalla consegna dell’immobile, della sua esatta ubicazione, nonché delle generalità dell’acquirente, del conduttore o della persona che assume la disponibilità del bene e degli estremi del documento di identità o di riconoscimento.
Tale obbligo permane, quindi, per i contratti di locazione, affitto o comodato, fatto salvo il caso in cui il locatore intenda avvalersi della cedolare secca (mediante comunicazione al conduttore e indicazione dell’opzione nel modello di registrazione cartaceo o telematico), perché, in tale ipotesi, la registrazione del contratto di locazione assorbe gli ulteriori obblighi di comunicazione, incluso l’obbligo previsto dall’articolo 12, del d.l. n. 59/1978, convertito, con modificazioni, dalla l. n. 191/1978.


ASSUNZIONE DI CITTADINI EXTRACOMUNITARI - CESSIONE DI FABBRICATO A FAVORE DI CITTADINI EXTRACOMUNITARI - OSPITALITA'
Cosa è

Comunicazione obbligatoria per legge per chi ospita, assume alle proprie dipendenze, cede un immobile o porzione di esso a qualsiasi titolo (affitto, vendita, comodato, ecc.) ad un cittadino extracomunitario in Maser.

A chi serve
Ai datori di lavoro ed ai proprietari di immobile che effettuano le operazioni sopra descritte.

Quando serve
Deve essere fatta entro 48 ore dall’assunzione o dalla cessione di fabbricato o dall’ospitalità all’Autorità Locale di P.S. che a Maser è l’Ufficio Polizia Locale.

Come si fa
Si compila in tutte le sue parti il modulo in tre copie allegando copia del passaporto o del permesso di soggiorno dello straniero e si lascia all’ufficio protocollo. Si riceverà a casa in un tempo successivo la presa d’atto della comunicazione. 

MODULISTICA:
 
CESSIONE DI FABBRICATO - 49.3 KB
49.3 KB
CESSIONE DI FABBRICATO
 
 
MODULO CUMULATIVO: CESSIONE FABBRICATO - ASSUNZIONE - OSPITALITA' EXTRACOMUNITARI - 38.5 KB
38.5 KB
MODULO CUMULATIVO: CESSIONE FABBRICATO - ASSUNZIONE - OSPITALITA' EXTRACOMUNITARI
 
 
MODULO SPECIFICO: OSPITALITA' CITTADINI EXTRACOMUNITARI - 45.0 KB
45.0 KB
MODULO SPECIFICO: OSPITALITA' CITTADINI EXTRACOMUNITARI
 
 
RICHIESTA AUTORIZZAZIONE STRISCIONE PUBBLICITARIO - 52.2 KB
52.2 KB
MODULO AUTORIZZAZIONE STRISCIONE PUBBLICITARIO
 
 

SPORTELLO DI MEDIAZIONE SOCIALE

Il Comune offre un nuovo servizio ai Cittadini. L'Ufficio Polizia Locale è a disposizione dei Cittadini, con le modalità e nei termini di cui al Regolamento qui sotto riportato, per aiutarli a mediare conflitti e contrasti che non abbiano rilevanza penale. Il servizio è gratuito.  
Attenzione: Il tentativo di mediazione svolto dagli uffci non sostituisce il tentativo obbligatorio di conciliazione previsto dal Decreto Legislativo n. 28 del 4 marzo 2010 da esperirsi davanti agli Organismi competenti previsti dalla legge al fine di poter adire le vie giudiziarie. In quest’ultimo caso il tentativo di conciliazione è obbligatorio ed a pagamento.
 
 
REGOLAMENTO SPORTELLO MEDIAZIONE SOCIALE.pdf - 34.9 KB
34.9 KB
REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE SOCIALE >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 
 
stampato di richiesta di mediazione.pdf - 38.9 KB
38.9 KB
STAMPATO PER RICHIESTA MEDIAZIONE SOCIALE >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 
 
 

RICHIESTA CONTRASSEGNO INVALIDI

 

Per la circolazione e la sosta dei veicoli a servizio delle persone invalide con capacità di movimento sensibilmente ridotta, il Comune, tramite l'ufficio Polizia Locale, rilascia apposita autorizzazione per sostare nei luoghi appositamente predisposti, o per accedere e sostare nelle Z.T.L. e aree pedonali. La stessa viene rilasciata previo specifico accertamento sanitario ed ha la validita' di 5 anni, rinnovabili.

Per le persone invalide a tempo determinato in conseguenza di infortunio o per altre cause patologiche, l´autorizzazione può essere rilasciata a tempo determinato; in tal caso la relativa certificazione medica deve specificare il periodo di durata della validità.

L´autorizzazione resa nota mediante l´apposito "contrassegno invalidi", che è strettamente personale, non vincolato ad uno specifico veicolo. 

Il contrassegno ha valore su tutto il territorio nazionale. 

L´interessato può presentare domanda (vedi qui sotto modulo di richiesta) per ottenere il contrassegno autorizzativo

 
modulo_richiesta_mod_europeo.pdf - 162.7 KB
162.7 KB
MODULO RICHIESTA CONTRASSEGNO INVALIDI >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>