©2010 Comune di Maser (TV) - Tutti i diritti riservati
Piazzale Municipio,1 - 31010 Maser (TV)
Telefono 0423 923155 - Fax 0423 546155

sei in:  Storia, Turismo e Cultura  -  Di villa in villa  -  LA VILLA DI MASER

LA VILLA DI MASER

Villa Barbaro
Maser – accesso da via Barbaro – ampio parcheggio

Orari di apertura della Villa e museo: da marzo a ottobre: martedì, sabato, domenica e festivi dalle ore 15.00 alle 18.00. Chiuso il giorno di Pasqua. Da novembre a febbraio: sabato, domenica e festivi dalle 14.30 alle 17.00. Chiuso dal 24 dicembre al 6 gennaio. il periodo Per i gruppi/comitive (minimo 20 persone) è d’obbligo prenotare visite in giorni e orari differenziati, previo appuntamento telefonico allo 0423/923004.
Cantina storica della Villa (degustazione e vendita vini D.O.C. Montello e Colli Asolani): aperta dal lunedì al sabato 8.30 – 12.00 e 14.30 – 18.00.
Per eccezionali esigenze, i Proprietari si riservano di chiudere al pubblico in qualsiasi momento la Villa, il Parco e il Museo delle Carrozze.


“...QUESTI AMENISSIMI POGGI, DIFESI DALLE TRAMONTANE, E APRICHI, DI MITE TEMPERATURA, D’AERE SALUBRE E PURO, DI AMPIO ORIZZONTE, ACCONCI ALLA VITE, AL CASTAGNO, A TUTTA SORTA DI FRUTTA…”

Seconda per magnificenza ed eleganza solo alla “Rotonda” di Vicenza tra quelle del Palladio, LA VILLA DI MASER si offre oggi al turista in tutta la sua bellezza, grazie anche alla cura che hanno saputo darle le varie nobili famiglie che vi si sono succedute come proprietarie, ed in particolare l’attuale.
Committenti dell’opera furono i nobili fratelli veneziani Daniele e Marcantonio Barbaro: il primo fu patriarca di Aquileia, uomo colto particolarmente sotto l’aspetto artistico, umanistico e letterario; fu amico di molti artisti del suo tempo fra i quali Andrea Palladio e Paolo Caliari detto il Veronese (per la sua origine), ai quali affidò l’incarico di progettare e realizzarela villa, casa di campagna, quale imperitura eredità artistica a Maser e al mondo delle glorie della sua famiglia. Marcantonio fu soprattutto politico e diplomatico della Repubblica veneziana, amante della letteratura e dell’arte, conoscitore della cultura ottomana, presso i cui popoli (Asia Minore) operò come ambasciatore.
La villa in modo armonico si prolunga orizzontalmente con i suoi colori chiarissimi e caldi dell’intonaco, che la fanno risaltare tra i verdi del prato antistante e del folto bosco di conifere che la incorniciano nella parte retrostante, tra i campi e i vigneti della campagna maserina.
 
Villa Barbaro
Il visitatore che si appresta a scoprirne la bellezza, può notare come il corpo centrale (recupero della casa patronale) abbia uno spiccato richiamo all’arte classica soprattutto nella facciata che si sporge in avanti, con le quattro colonne corinzie. L’elegante balconcino a balaustre e la ghirlanda di frutta arricchiscono di chiaroscuri la zona centrale e formano una gradevole base alla parte triangolare del frontone. Nel timpano compaiono figure augurali cavalcanti delfini ed al centro lo stemma della famiglia: un’aquila a due teste con uno scudo sul petto. Il fantasioso disegno della facciata difficilmente può essere attribuito a Palladio, il quale probabilmente si ritagliò un ruolo tecnico e di coordinamento generale, lasciando spazio all’estro dei Committenti e dello stesso Veronese. Ai lati del corpo principale ci sono i tipici portici rurali, caratteristica delle barchesse destinate all’agricoltura. Come scrisse lo stesso Palladio, questi ampi passaggi porticati permettono che ...”per tutto si può andare al coperto”. Alle estremità si trovano le cosiddette colombare, destinate ad accogliere i prodotti e gli arnesi agricoli, e la cacciagione per la mensa del signore. Su quella di destra è collocata una meridiana solare, simbolo di unione tra l’uomo e gli astri.
L’organizzazione esterna dello spazio è parte integrante al progetto del Palladio.
Entrando nell’edificio, la parte centrale protesa in avanti è divisa da un grande vestibolo a forma di crociera allungata: le due stanze a sud erano destinate ai banchetti. Sempre al centro, ma a nord, si affacciano sul Ninfeo le 2 camere da letto. All’interno della Villa, Paolo Veronese realizza quello che è considerato uno dei più straordinari cicli di affreschi del Cinquecento veneto. Ogni stanza prende il nome dalle scene affrescate. Nella crociera lo sguardo è continuamente sollecitato dal chiaroscuro della arcate e soprattutto dalle meravigliose opere del Veronese. qui sono rappresentati paesaggi con antiche rovine, o personaggi in semplici attività quotidiane; si alternano figure femminili che suonano strumenti vari, armi e bandiere a significare la partecipazione a imprese eroiche. Nelle altre stanze vengono rievocati momenti di vita mitologica. Qui l’artista ha saputo ottenere una forte prospettiva sfruttando colori puri e chiari, con schemi strutturali compositivi di particolare eleganza ed armonia, facendo sì che il paesaggio dipinto si fonda in un tutt’uno con gli scorci panoramici visibili dalle finestre.
Esternamente, a nord della villa si apre l’elegante e imponente NINFEO, opera dello scultore Alessandro Vittoria. Il genio di questo artista è presente anche all’interno della villa in numerosi stucchi caratterizzati da un vibrante pittoricismo in armonioso accostamento con il talento dell’amico Veronese. Con il suo stile elegantissimo il Vittoria realizzò come ingresso a sud della villa la fontana di Nettuno; sue sono tutte le numerose opere scultoree che completano e decorano il parco. Ad est della villa sorge il TEMPIETTO dedicato a Cristo Redentore e solo in seguito ai Santi Paolo e Andrea, patroni di Maser, era destinato ad assolvere la doppia funzione di cappella di Villa e chiesa parrocchiale per il borgo di Maser. Progettato dal Palladio sullo stile classicheggiante del Pantheon, è ornato di statue di Orazio Marinali e stucchi del Vittoria.
Il turista non può omettere una visita al vicino “Museo delle carrozze”: una singolare ed elegante esposizione di numerose e differenti carrozze dei vari secoli.
 
Per informazioni e per giorni/orari aggiornati di apertura, nonchè per tutti gli appuntamenti organizzati presso la Villa di Maser:

 
apri la foto Affreschi Stanza di Bacco

Affreschi Stanza di Bacco

apri la foto Affreschi Stanza di Bacco

Affreschi Stanza di Bacco

apri la foto Affreschi Stanza di Bacco

Affreschi Stanza di Bacco