©2010 Comune di Maser (TV) - Tutti i diritti riservati
Piazzale Municipio,1 - 31010 Maser (TV)
Telefono 0423 923155 - Fax 0423 546155

sei in:  Il Comune  -  Uffici  -  S.U.A.P. - Sportello Unico Attività Produttive

S.U.A.P. - SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE

                      Scheda informativa Comune di MASER

Il Comune di MASER svolge le funzioni di Sportello Unico per Attività produttive avvalendosi del supporto della CCIAA DI TREVISO, nel rispetto dell'art.4, comma 10-12 del D.P.R. 160/2010.
.


DATI IDENTIFICATIVI SUAP

Identificativo 4944
Comune MASER ( TREVISO )

RESPONSABILE DEL SUAP E RECAPITI

Dott.  Gianluca Mastrangelo
Indirizzo Piazzale Municipio n.1 - 31010 - MASER (TV)
Telefono 0423 923155

________________________________________________________________________________________

A seguito di quanto previsto dal Decreto del Presidente della Repubblica 7 settembre 2010 , n. 160, a partire dal 29 marzo 2011 è possibile dare inizio ad un’attività imprenditoriale soggetta a S.C.I.A. (segnalazione certificata di inizio attività) esclusivamente attraverso invio telematico allo Sportello Unico Attività Produttive (S.U.A.P.) gestito dai Comuni o dalle Camere di Commercio. A tal fine sarà necessario collegarsi al portale www.impresainungiorno.gov.it nel quale è pubblicato l’elenco dei S.U.A.P. comunali accreditati e operativi on line a partire dalla data sopraindicata.
  
Dal 1° ottobre 2011 la modalità di invio telematico è estesa anche ai procedimenti soggetti ad autorizzazione (procedimento ordinario).

Il SUAP è diventato così l’unico soggetto pubblico di riferimento per tutti i procedimenti che hanno ad oggetto l’esercizio di attività produttive, comprese le attività di servizi di cui alla direttiva 2006/123/CE e tutte le vicende afferenti gli impianti produttivi.
 
Se per un primo periodo transitorio, come anche disposto dal Ministero per lo Sviluppo Economico con Circolare 25.03.2011, il Comune di Maser ha continuato ad accettare S.C.I.A. secondo le tradizionali modalità cartacee, ORA QUESTO NON E' PIU' POSSIBILE.
 
Identificativo SUAP: 4944

Denominazione: SUAP Suap di MASER in delega alla CCIAA di TV

Tipologia: In delega alla CCIAA di TREVISO

Indirizzo sito web: http://www.impresainungiorno.gov.it/web/treviso/comune/t/F009

Sito web modulistica
: http://www.impresainungiorno.gov.it/web/suap-veneto 

Modulistica Regione Veneto:
http://www.regione.veneto.it/Economia/Attivita+Produttive/SUAP+%28Sportello+unico+attività+produttive%29.htm
 
MODULISTICA EDILIZIA PRIVATA: (per attività di cui all'art. 2 del D.P.R. 7 settembre 2010, n. 160): clicca QUI


 





                                                              APPROFONDIMENTI:

 A pena di improcedibilità,  tutte le pratiche riguardanti le Attività Produttive (sia soggette alla disciplina della S.C.I.A., sia soggette a procedimento ordinario), in applicazione del D.P.R. 7 settembre 2010 n. 160 e s.m.i., devono essere presentate ESCLUSIVAMENTE per via telematica mediante accesso al portale
 
 
alla pagina del S.U.A.P. di MASER:
 
con compilazione della pratica con procedura telematica. (N.B.: è indispensabile il possesso di CNS – carta nazionale dei servizi - e firma digitale).
 
I professionisti (Ordini, Associazioni, ecc.) che compilano ed inoltrano telematicamente le pratiche per conto delle imprese devono munirsi di idonea procura rilasciata dalle stesse [vedi punto 2, note informative allegate].
 
AL SOLO FINE DI AGEVOLARE L'ISTRUTTORIA DELLE ISTANZE AVENTI AD OGGETTO TUTTE LE PRATICHE DI EDILIZIA NON RESIDENZIALE, SI INVITA, CONTESTUALMENTE ALL'INOLTRO IN VIA TELEMATICA PREVISTO PER LEGGE, A DEPOSITARE PRESSO L'UFFICIO EDILIZIA PRIVATA UNA COPIA CARTACEA DEGLI ELABORATI GRAFICI.
PER INFORMAZIONI
 
1. sui PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI contattare il Servizio Attività Produttive
tel.:     0423 923155
orari:   dal lunedì al venerdì dalle 09.30 alle 13.00 - mercoledì anche dalle 15.30 alle 17.45

2. sugli ASPETTI TECNICO-INFORMATICI di accesso al portale contattare il Call Center SUAP
tel.:     199 502 010
orari: dal lunedì al venerdì alle 8.00 alle 20.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00

3. sulle PRATICHE EDILIZIE collegate  contattare il Servizio Urbanistica /Edilizia Privata
tel.:     0423 923257
orari:   dal lunedì al venerdì dalle 09.30 alle 13.00 - mercoledì anche dalle 15.30 alle 17.45
 
SI AVVISA CHE NON È CONSENTITA
 
la presentazione al S.U.A.P. di Maser di pratiche in SOLA MODALITA’ CARTACEA o tramite PEC ma esclusivamente attraverso il portale www.impresainungiorno.gov.it
 
Sono escluse dall'obbligo della modalità telematica le pratiche riguardanti l'esercizio di attività occasionale o temporanea, nonché le semplici comunicazioni fatte dall'impresa nell'esercizio dell'attività già autorizzata (es. comunicazioni orari di esercizio, vendite straordinarie, manifestazioni pubbliche, sagre, somministrazione temporanea, mostre mercato, attività svolte da circoli, spettacoli viaggianti, ecc..).
 
__________________________________________________________________________________________
 
Cos'è lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)?
È la struttura che provvede, attraverso l'unificazione dei procedimenti, alla ricezione delle segnalazioni certificate di inizio attività ovvero, nei casi necessari, al rilascio di un'unica autorizzazione per l'esercizio di attività produttive e/o per la realizzazione di interventi edilizi funzionali allo svolgimento dell'attività.
 
Qual è l'ambito di applicazione del SUAP?
La competenza della struttura riguarda qualsiasi attività produttiva, ivi comprese le attività manifatturiere, le attività agricole, commerciali ed artigiane, le attività turistiche ed alberghiere, i servizi resi dalle banche e e dagli intermediari finanziari, i servizi di telecomunicazione.
 
Quali sono i vantaggi?
Il cittadino che ha intenzione di avviare un'attività soggetta a SCIA o ad autorizzazione ha come solo interlocutore pubblico lo Sportello Unico, che provvede, dopo aver verificato la completezza formale della documentazione, ad acquisire, entro tempi certi e rapidi, gli atti di assenso o le verifiche dagli Uffici Pubblici competenti. Nel caso di attività soggetta ad autorizzazione, il SUAP rilascia al richiedente un titolo finale che tiene luogo di tutti gli adempimenti previsti dall'ordinamento.  Nei casi più complessi, o anche quando uno degli uffici interessati non risponde nei termini, lo Sportello convoca una conferenza di servizi al fine di concludere il procedimento in tempi certi.
 
 
NOTE INFORMATIVE
 
1. FUNZIONALITÀ DEL PORTALE www.impresainungiorno.gov.it
Si evidenzia che l’accesso al SUAP camerale in delega, attraverso il portale nazionale www.impresainungiorno.gov.it richiede necessariamente l’autenticazione e pertanto l’interessato dovrà munirsi di adeguata CNS o smart-card con certificato di autenticazione e di firma digitale per la sottoscrizione degli atti.
Una volta autenticato dal portale, l’interessato / professionista dovrà compilare la SCIA o l’istanza di autorizzazione in modalità telematica, debitamente corredate dai previsti allegati, firmare digitalmente ed inviare la pratica.
A seguito dell’invio dal portale www.impresainungiorno.gov.it della SCIA o dell’istanza di autorizzazione, l’interessato / professionista riceverà al domicilio elettronico dichiarato:
- una prima comunicazione di servizio automatica rilasciata dal framework, che conferma l’avvenuto inoltro;
- la “ricevuta automatica” descritta all’articolo 5 del decreto Interministeriale del 10 novembre 2011, ovvero la ricevuta di posta elettronica certificata che attesta l’avvenuta consegna al SUAP camerale in delega della pratica telematica inoltrata; essa viene emessa in modalità automatica dal portale e, nel caso di inoltro di SCIA, conferisce all’impresa il diritto di intraprendere da subito la relativa attività senza l’intermediazione di ulteriori titoli o qualsivoglia potere di tipo autorizzatorio-costitutivo.
 
2. PROCURA ALL’INOLTRO
I professionisti (Ordini, Associazioni, ecc.) che compilano ed inoltrano telematicamente le pratiche per conto delle imprese devono munirsi di idonea procura rilasciata dalle stesse. Il modello di procura è disponibile sul portale www.impresainungiorno.gov.it oppure sul sito istituzionale della Regione Veneto alla pagina http://modulistica.regione.veneto.it/modulistica/public/modulisticaflt.aspx?dest=2&mate=56
 
3. PAGAMENTI ANTICIPATI DI SPESE E DIRITTI
In relazione ai procedimenti telematici che prevedono il pagamento anticipato di spese istruttorie (ad. es.: i diritti sanitari dovuti per le SCIA da inoltrare all’ASL) e l’eventuale assolvimento dell’imposta di bollo, si ricordano le seguenti indicazioni operative, precisate nel D.M. 10 novembre 2011, relative all’assolvimento di tali pagamenti nelle more dell’applicazione del sistema di pagamento on-line, laddove consentito:
- il soggetto interessato allega in modalità informatica e per ciascun procedimento la scansione delle ricevute degli avvenuti pagamenti dei diritti e delle spese istruttorie eventualmente dovute;
- nel caso in cui il procedimento sia soggetto all’imposta di bollo, il soggetto interessato provvede ad inserire nella domanda i numeri identificativi delle marche da bollo utilizzate, nonché ad annullare le stesse, conservandone gli originali.
 
> A T T E N Z I O N E <
 
- È molto importante conoscere preliminarmente come è disciplinata l'attività oggetto della trasmissione telematica, per non incorrere nel rischio di invio di pratiche del tutto incoerenti con quanto effettivamente prescritto dalla normativa di riferimento - e pertanto irregolari – con tutte le conseguenze del caso.
 
- Nonostante la complessità dei processi, l’automatizzazione delle pratiche non è più rinviabile, anche per la recente entrata in vigore del D.P.R. n. 59, del 13/03/2013, in materia di Autorizzazione Unica Ambientale (AUA), il quale prevede lo svolgimento del relativo Procedimento in esclusiva modalità telematica e, la Provincia, autorità competente all’adozione della predetta autorizzazione, come pure il SUAP, autorità procedente, non può più accettare modalità diverse da quelle telematiche.
 
A.U.A. - AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE
 
Le pratiche inerenti la AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE in applicazione del D.P.R. 13 marzo 2013 n. 59 e del D.P.R. 7 settembre 2010 n. 160 vanno presentate per via telematica mediante accesso al portale www.impresainungiorno.gov.it e compilazione della pratica con procedura telematica.
 
 




PER INFORMAZIONI sulle specifiche PROCEDURE ISTRUTTORIE contattare l’autorità competente: PROVINCIA DI TREVISO:
 
Gestione integrata delle acque: Renato Cima
tel. 0422-656761 - email: rcima@provincia.treviso.it
 
Gestione dei rifiuti: Michela Milan
tel. 0422-656777 - email: mmilan@provincia.treviso.it
 
Emissioni in atmosfera: Franco Giacomin
tel. 0422-656763 - email: fgiacomin@provincia.treviso.it


ALTRE INFO: AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE
 
L'Autorizzazione Unica Ambientale, abbreviata in A.U.A., è il provvedimento rilasciato su istanza di parte che incorpora in un unico atto diverse autorizzazioni ambientali previste dalla normativa di settore.
Il Dpr 13 marzo 2013, n. 59 sostituisce sette autorizzazioni/comunicazioni ambientali in un'unica autorizzazione che li incorpora tutte.
 
Le autorizzazioni inglobate sono:
 
autorizzazione agli scarichi di cui al capo II del titolo IV della sezione II della Parte terza del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;
comunicazione preventiva di cui all'articolo 112 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, per l'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;
autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all'articolo 269 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;
autorizzazione generale di cui all'articolo 272 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;
comunicazione o nulla osta di cui all'articolo 8, commi 4 o comma 6, della legge 26 ottobre 1995, n. 447;
autorizzazione all'utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura di cui all'articolo 9 del decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 99;
comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.
 
PREREQUISITI
 
Possono richiedere l'AUA le piccole e medie imprese come definite dal Dm 18 aprile 2005 e gli impianti non soggetti alla disciplina dell'AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale).
La richiesta deve avvenire in occasione della scadenza del primo titolo abilitativo da essa sostituito. La domanda di AUA deve essere inoltrata per il rilascio, il rinnovo o l'aggiornamento di uno o più dei 7 titoli abilitativi elencati nell'articolo 3 del regolamento (Dpr 13 marzo 2013, n. 59).
Nel caso in cui si tratti di attività soggette solo a comunicazione è facoltà della Ditta non ricorrere all'autorizzazione AUA, ferma restando la presentazione telematica al SUAP di tutta la documentazione firmata digitalmente.
Se il progetto è sottoposto a valutazione di impatto ambientale (VIA) e le leggi statali o regionali stabiliscono che la Via sostituisce tutti gli atti di assenso di tipo ambientale, l'AUA non può essere richiesta.
In ogni caso l'AUA deve essere richiesta dopo l'espletamento della pratica VIA. In caso sia necessario sottoporre il progetto a "verifica di assoggettabilità" a VIA, la domanda AUA va presentata dopo la conclusione della verifica.
 
COSA OCCORRE FARE
 
L'art 4 del DPR 59/2013 stabilisce la procedura per la presentazione dell'istanza. La domanda deve essere presentata allo Sportello unico per le attività produttive, il SUAP, esclusivamente in modalità telematica, che la inoltra per via telematica alle altre Amministrazioni coinvolte nel procedimento.
Il SUAP e l'autorità competente verificano la completezza formale della documentazione entro 30 giorni dalla data di ricevimento della domanda. Decorso questo termine l'istanza si considera correttamente presentata.
La richiesta di integrazione da parte dell'autorità competente può essere fatta tramite il Suap entro 30 giorni dalla data di ricevimento della domanda. Il SUAP invierà la richiesta immediatamente al richiedente. Nell'attesa della documentazione richiesta i tempi sono sospesi per un periodo non superiore a 30 giorni. I termini possono essere sospesi una sola volta. Nel caso il richiedente non presentasse l'integrazione richiesta la domanda è archiviata. Il richiedente può richiedere una proroga al termine previsto per la fornitura dell'integrazione nel caso di progetti particolarmente complessi.
Durante la fase istruttoria il SUAP può indire una conferenza dei servizi se previsto dalla normativa vigente.
 
TEMPISTICA
 
Se l'AUA sostituisce atti ambientali per i quali la conclusione del procedimento è inferiore o pari a 90 giorni, l'Autorità competente adotta il provvedimento finale entro 90 giorni e lo trasmette al SUAP che rilascia il titolo.
Resta ferma la possibilità di indire la conferenza dei servizi.
Se l'AUA sostituisce titoli abilitativi ambientali per i quali la conclusione del procedimento è superiore a 90 giorni, il SUAP indice entro 30 giorni la conferenza dei servizi.
L'Autorità competente adotta l'AUA entro 120 giorni dal ricevimento della domanda, salve integrazioni.
Le spese e i diritti sono quelli previsti per i vari provvedimenti più eventuali diritti di istruttoria. La somma totale dei costi istruttori però non può superare la somma totale di quello che il soggetto già pagava per i vari titoli oggetto dell'AUA prima dell'entrata in vigore della disciplina.
L'AUA ha una durata di 15 anni decorrenti dal rilascio. Il rinnovo deve essere chiesto almeno 6 mesi prima della scadenza.
 
 
                                                             ultimo aggiornamento: 6 novembre 2013